PRECAST Design » Elenco News » Ancora crisi per il mercato immobiliare
Ancora crisi per il mercato immobiliare
del 11/03/2014
Ulteriore calo del 7,5% registrato nell’ultimo trimestre 2013. Il motivo: forse la riduzione dell’imposta di registro dal 2014 che potrebbe avere rinviato le compravendite
 
Lo confermano i dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate relativi al IV trimestre del 2013 evidenziando un calo del 7,5% (249.974 transazioni), una flessione superiore a quella registrata nel III trimestre dello scorso anno quando si era arrivati a - 6,6% (199.727 transazioni).
 
Sul dato, però, potrebbe aver influito il nuovo regime delle imposte di registro in vigore dal 1 gennaio 2014: la possibilità di risparmiare ha spinto a rinviare al nuovo anno le compravendite programmate.
 
Il calo ha interessato tutti i settori. A soffrire maggiormente è stato il terziario dove si è registrato un -12,4% se si confrontano i dati relativi all’ultimo trimestre del 2013 con quelli dello stesso periodo del 2012; il settore terziario è anche quello dove è stato registrato il calo maggiore anche se si confronta l’intero 2013 con l’anno precedente (-11%).
Meno accentuati, ma comunque consistenti i cali negli altri settori confrontando i dati dell’ultimo trimestre del 2013 e del 2012. Significative risultano le flessioni del settore commerciale, in calo del 9,7% (7.002 NTN), e produttivo, -8,8% (2.902 NTN).
Poco inferiori risultano i cali nel mercato residenziale con una perdita dell’8,0% per gli scambi di abitazioni, che si fermano a quota 108.804 unità, e del -7,4% per le pertinenze (cantine, box e posti auto) per la maggior parte riconducibili all’uso residenziale. E il calo generalizzato si conferma anche se si confrontano le transazioni del 2013 con quelle registrate nel 2012 (Tabella 1).
 
 
I dati negativi registrati nel 2013 confermano il prolungato andamento negativo che continua ormai dal III trimestre del 2006; una lunga scia negativa interrotta da segni positivi solo nei primi due trimestri del 2010, quando il mercato delle abitazioni manifestò una leggere crescita, e negli ultimi due del 2011. Leggeri aumenti a cui seguì, nel 2012, un nuovo brusco calo con flessioni fortemente accentuate in tutti i trimestri raggiungendo il massimo con la perdita del IV trimestre 2012 (quasi un terzo degli scambi, -29,6%).
 
FONTE: OMI News - Economia immobiliare
Trimestrale telematico dell’Agenzia del le Entrate
Marzo 2014 - Numero 1 - Anno VII 
Notizia letta: 2989 volte
Torna alla Lista News »