PRECAST Design » IMC26 » Panoramica sulle novità 2012 in materia di sicurezza e ambiente
Panoramica sulle novità 2012 in materia di sicurezza e ambiente
Studio Lapi

Proroga sostituzione maniglioni antipanico non marcati CE entro febbraio 2013
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 24 dicembre 2011 è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Interno 6 dicembre 2011 che va a modificare il Decreto Ministeriale 3 novembre del 2004 concernente “Disposizioni relative all’installazione e alla manutenzione dei dispositivi per l’apertura delle porte installate lungo le vie d’esodo, relativamente alla sicurezza nel caso d’incendio”.
In particolare con l’articolo 2 viene prorogato di due anni, entro febbraio 2013, il termine per la sostituzione dei dispositivi non muniti di marcatura CE e già installati alla data di entrata in vigore del Decreto del 2004.
Tale obbligo deriva dall'art. 5 del DM 03/11/2004, il quale prevede che i dispositivi non muniti di marcatura CE, già installati nelle attività soggette a Certificato Prevenzione Incendio, siano sostituiti a cura del titolare in caso di rottura del dispositivo o sostituzione della porta o modifiche dell’attività che comportino un’alterazione peggiorativa delle vie di esodo o entro sei anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto.


Accordo Stato-Regioni formazione lavoratori, dirigenti, preposti e datori di lavoro RSPP - In vigore dal 26/01/2012
Sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 dell’11 gennaio 2012 gli accordi Stato-Regioni del 21/12/2011 relativi alla individuazione dei contenuti minimi, della durata e delle modalità della formazione dei lavoratori, dei dirigenti, dei preposti e dei datori di lavoro che intendano svolgere direttamente i compiti di RSPP, in vigore dal 26 gennaio 2012.


Disposizioni in materia di protezione dei lavoratori dall’esposizione a campi elettromagnetici - Scadenza 30/04/2012
Dal 30 aprile 2012 è in vigore il Capo IV del Titolo VIII del D.Lgs. 81/2008 relativo alla protezione dei lavoratori dall’esposizione a campi elettromagnetici, con la conseguente valutazione del rischio.
Si fa presente che in alcuni casi la valutazione del rischio può concludersi con la “giustificazione” secondo cui la natura e l’entità dei rischi non rendono necessaria una valutazione più dettagliata in quanto la condizione espositiva non comporta apprezzabili rischi per la salute. Diversamente occorre effettuare un'ulteriore valutazione entro il 31/10/2013.


Verifiche periodiche attrezzature di lavoro riportate nell'allegato VII del D.Lgs. 81/2008 - In vigore dal 23/05/2012
Dal 23 maggio 2012 è in vigore il Decreto del Ministero del Lavoro 11/04/2011 sulle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di cui all’allegato VII del D.Lgs. 81/2008.
La prima di tali verifiche periodiche, la cui frequenza è indicata nel medesimo allegato, è di competenza INAIL (ex ISPESL); le successive verifiche sono effettuate dalle ASL competenti per territorio.


Emissioni in atmosfera provenienti da lavorazioni meccaniche - Scadenza del 31/07/2012
Il D.Lgs. 128/2010 ha previsto l’estensione del regime di autorizzazione alle lavorazioni meccaniche (prima non soggette ad autorizzazione) che comportino un consumo di olio (come tale o come percentuale oleosa nelle emulsioni) uguale o superiore a 500 kg/anno, calcolato come differenza tra la quantità totale immessa nel ciclo di lavoro e la quantità smaltita come rifiuto.


SISTRI - In vigore proroga al 30 giugno 2013 e sospensione pagamento contributo anno 2012
È stato pubblicato nel supplemento ordinario n. 129 della Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012, il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, cosiddetto "decreto sviluppo", che all'art. 52 sospende fino al 30 giungo 2013 il termine per l’avvio operativo del SISTRI per tutte le aziende soggette e, inoltre, sospende il pagamento dei contributi dovuti dagli utenti per l'anno 2012, prorogato in precedenza al 30 novembre 2012.


Sorveglianza sanitaria - Contenuti e trasmissione cartella sanitaria e di rischio
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 173 del 26 luglio 2012 il decreto del 9 luglio 2012 del Ministero della Salute concernente i contenuti e le modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati ai sensi dell'articolo 40 del Decreto Legislativo 81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Il Decreto prevede l'invio da parte dei medici competenti, entro il primo trimestre dell'anno successivo all'anno di riferimento, unicamente in via telematica, dei dati aggregati sanitari e di rischio (Allegato 3B) e i contenuti della cartella sanitaria e di rischio (Allegato 3B) e, dopo una sperimentazione di un anno diventerà sanzionabile. Il periodo sperimentale terminerà il 30 giugno 2013.


Certificazione imprese e tecnici che eseguono interventi su impianti che utilizzano gas fluorurati ad effetto serra
È stato approvato il D.P.R. 27/01/2012 n. 43 che stabilisce che i tecnici e le imprese che eseguono interventi tecnici su impianti frigoriferi, condizionatori, pompe di calore, sistemi di protezione antincendio, contenenti gas fluorurati ad effetto serra (HFC, PFC, SF6), devono essere in possesso di specifica certificazione che viene rilasciata da un organismo di certificazione appositamente accreditato, dopo il superamento di un esame teorico e pratico. La certificazione ottenuta, avrà una validità di dieci anni, trascorsi i quali dovrà essere rinnovata.


Rinnovo autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell'art. 281 del D.Lgs. 152/2006
L’art. 281 del D.Lgs. 152/2006 prevede che per gli impianti autorizzati, anche in via provvisoria o in forma tacita, ai sensi del D.P.R. 203/88 occorre presentare domanda di rinnovo autorizzazione entro i termini stabiliti da appositi calendari adottati dalle Regioni e dalle Province Autonome.
In caso di mancata adozione dei calendari di cui sopra, le domande devono essere presentate entro i termini previsti dall’art. 181, comma 1:
- entro il 31/12/2011 per stabilimenti anteriori al 1988 (ex art. 12 D.P.R. 203/88);
- tra il 01/01/2012 ed il 31/12/2013 per stabilimenti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati in data anteriore al 01/01/2000;
- tra il 01/01/2014 ed il 31/12/2015 per stabilimenti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati in data successiva al 31/12/1999.
Si sottolinea che la mancata presentazione della domanda comporta la decadenza dell’autorizzazione precedente.
 

Articolo letto: 839 volte