PRECAST Design » INGENIO n.43 » Il BIM e il concetto di dettaglio e LOD
Il BIM e il concetto di dettaglio e LOD
Massimo Stefani

Il BIM e la sua implementazione nei progetti rende sempre più importante chiarire il concetto di dettaglio grafico dei progetti e di LOD presente nei modelli BIM.
In diverse occasioni è apparso evidente come tra i progettisti e le realtà coinvolte a vario livello nella progettazione BIM ci sia confusione sul significato di LOD.
Obiettivo di questo articolo è di chiarire cosa si intenda con LOD e soprattutto cosa sia il dettaglio grafico rispetto al LOD.

Progettazione BIM
Per ciascuna fase del progetto è di fondamentale importanza che risulti ben definito il livello di dettaglio richiesto, sia per informazioni grafiche e geometriche, che di attributi.
Nel modello BIM possono convergere molte informazioni, ed è importante quindi che risiedano nel modello quelle utili al committente ed utilizzate dai diversi professionisti che collaborano al progetto, nelle diverse fasi della progettazione.
Quindi il livello di dettaglio del modello BIM aumenta man mano che il progetto procede: nella prima fase le informazioni che caratterizzano il modello solitamente sono quelle relative alla situazione esistente, mentre nelle fasi successive si passa da un semplice modello di concetto ad un modello virtuale (“as-built”) reso reale grazie ad un livello dettagliato e, di fatto, costruttivo.
La pratica progettuale prevede in effetti uno sviluppo di informazioni e geometrie a diverse velocità, e questi aspetti possono provenire dai diversi collaboratori del team di progetto, e il loro sviluppo può passare dal committente, ai consulenti, al contraente e fornitori e, infine, di nuovo al committente.

Il concetto di LOD
Il termine LOD rappresenta il “Livello di definizione” (o “Livello di sviluppo”) che gli oggetti presenti nel modello BIM devono assumere nelle varie fasi della progettazione.
Secondo quanto definito nelle fasi iniziali di una progettazione BIM, la committenza redige un documento nominato EIR (Employer’s Information Requirements) contenente requisiti fondamentali da inserire nella progettazione.
A seguito di queste indicazioni viene redatto a cura del BIM manager un BIM Execution Plan (BEP) che descrive in modo preciso il LOD che ogni disciplina di BIM authoring dovrà garantire nelle consegne stabilite.
Per un maggiore dettaglio sul BEP si rimanda alle UK PAS 1192-2:2013 che lo descrivono nel dettaglio.
Il LOD è un concetto definito fin dal documento AIA del 2008 intitolato “AIA E202-2008: Building Information Modeling Protocol Exhibit”.
Una pagina web che può aiutare nella comprensione di cosa sia il LOD è sicuramente quella presente sul sito bimforum.org .
Periodicamente viene aggiornata e pubblicata online su questo sito una pratica guida PDF contenente i principali elementi progettuali sviluppi secondo di sviluppo LOD a seconda delle fasi progettuali.


Come si può vedere da un esempio estratto dal documento in questione, un collegamento verticale (scala a due rampe con pianerottolo) può assumere rappresentazioni differenti a seconda del LOD di riferimento.


Da questo esempio come da altri, presenti in vari siti dedicati alla progettazione BIM nasce il dubbio iniziale: il LOD è equivalente al dettaglio grafico?

PROSEGUI LA LETTURA >>> SCARICA L'ARTICOLO INTEGRALE
 

Articolo letto: 12642 volte