PRECAST Design » INGENIO n.26 » Jamal Abdul Nasser Street Development, Kuwait City
Jamal Abdul Nasser Street Development, Kuwait City
Gilberto Dreas
Nicola Feruglio

Memoria tratta dagli atti delle GIORNATE AICAP 2014, Bergamo 22-24 maggio 2014

L’utilizzo della tecnologia dei conci prefabbricati in calcestruzzo armato precompresso varati con metodo “Span-By-Span” e “Balanced-Cantilever”
Il 10 settembre 2013 è stata varata con successo la prima delle 736 campate prefabbricate che costituiscono i viadotti sopraelevati del progetto “Jamal Abdul Nasser Street Development”, che rappresenta uno dei maggiori interventi di sviluppo infrastrutturale recentemente intrapresi nello stato del Kuwait per l’adeguamento ed il potenziamento della viabilità locale e a rapido scorrimento in una zona strategica centrale della capitale Kuwait City.
Per la costruzione degli impalcati sopraelevati, di circa 349.000 metri quadrati di superficie, è stata utilizzata la tecnologia dei conci prefabbricati in calcestruzzo armato precompresso varati con metodo “Span-By-Span” e “Balanced-Cantilever”.


1. INTRODUZIONE

1.1 Descrizione generale del progetto
Il progetto “Jamal Abdul Nasser Street” rappresenta uno dei maggiori interventi di sviluppo infrastrutturale recentemente intrapresi nello stato del Kuwait, rientrando nel piano strategico del Ministero dei Lavori Pubblici per l’adeguamento ed il potenziamento della viabilità locale e a rapido scorrimento della capitale Kuwait City (fig. 1).
Lo scopo del progetto è principalmente focalizzato sulla trasformazione dell’attuale viabilità stradale lungo “Jamal Abdul Nasser Street” in una futura arteria ad elevata capacità di traffico, progettata in conformità agli standard autostradali internazionali ed in grado di assicurare nei decenni futuri le prestazioni di progetto prefissate in accordo al potenziale incremento di traffico atteso.
Il progetto include inoltre interventi di adeguamento e potenziamento dei principali sottoservizi afferenti all’area di studio, quali linee elettriche, linee di telecomunicazioni, linee gas e fognature.

Figura 1 – Rendering dell’intervento finale


L’area oggetto d’intervento è localizzata in una zona centrale della capitale Kuwait City, lungo il corridoio viario “Nasser Street” (fig. 2) che rappresenta un nodo strategico di accesso alle vicine strutture ospedaliere, al polo universitario, ai limitrofi edifici governativi ed ai futuri insediamenti previsti nelle aree di futura espansione ad ovest della città.

Figura 2 – Mappa dell’area d’intervento

1.2 Informazioni generali

• Ente appaltante: Ministry of Public Works (MPW)
  Roads Engineering Department
• Progettista: The Luis Berger Group “LBG”
• Soc. appaltatrice: Associazione Temporanea Imprese:
  - Rizzani de Eccher SPA – Italia
  - Obrascon Huarte Lain SA – Spagna
  - Boodai Construction – Kuwait
  - Trevi SPA - Italia
• Data inizio lavori: 01/05/2011
• Data fine lavori: 28/06/2016
• Durata: 2008 giorni
• Ammontare lavori: 860 milioni USD

1.3 Caratteristiche generali del progetto

1.3.1 Progetto stradale
Una parte consistente dell’intervento in oggetto riguarda i lavori stradali e gli interventi ad esso connessi di adeguamento e potenziamento dei sottoservizi interessati.
La progettazione stradale adottata mira essenzialmente a garantire una separazione del traffico di “by-pass” (traffico di carattere pendolare ad elevato scorrimento) da quello locale di servizio, assicurando una maggiore capacità di transito veicolare e, nel contempo, un incremento dei relativi standard di sicurezza stradale.
I lavori stradali includono complessivamente:
• 10,075 km di strade principali a 6-8 corsie
• 1,049 km di strade di connessione a 4-6 corsie
• 11,010 km di svincoli a 1-3 corsie
• 11,617 km di strade di servizio
• 3 intersezioni principali e 9 rotatorie.

1.3.2 Sovrastrutture
Per la costruzione degli impalcati sopraelevati è stata adottata la tecnologia dei conci prefabbricati in calcestruzzo armato precompresso allo scopo fondamentale di minimizzare i disturbi alla circolazione stradale nell’area urbana di cantiere già fortemente congestionata dal traffico veicolare (fig. 3).
Lo schema statico finale degli impalcati risulta a trave continua (min. 4 campate – max. 8 campate).


Figura 3 – “Ghazali Interchange” – Rendering intervento finale

I viadotti sopraelevati comprendono:
• 7,212 km di impalcati a doppia carreggiata (relativi alle arterie stradali principali) della tipologia a conci prefabbricati in calcestruzzo armato precompresso varati con metodo “Span-By-Span” (fig. 4) mediante ausilio di specifiche attrezzature speciali (Carri-varo).


Figura 4 – Impalcato a conci - Varo “Span-By-Span”

• 1,126 km di impalcati a doppia carreggiata (relativi agli svincoli) della tipologia a conci in calcestruzzo armato precompresso varati con metodo “Balanced-Cantilever” (tecnica di assemblaggio conci bilanciato a sbalzo)
• 6,890 km di impalcati a singola carreggiata (relativi agli svincoli) della tipologia a conci in calcestruzzo armato precompresso varati con metodo “Balanced-Cantilever” mediante ausilio di specifiche attrezzature speciali (“Lifting Frames”) e/o mediante autogrù.

1.3.3 Sottostrutture
Le sottostrutture sono realizzate tramite pile monolitiche in cemento armato di sezione variabile in funzione delle diverse tipologie strutturali e di vincolo dell’ impalcato ed in relazione alle diverse luci delle campate di competenza.
Nel caso tipico degli impalcati a doppia carreggiata, utilizzati per le arterie stradali principali, la pila risulta a fusto unico, con pulvino di sommità a sostegno del diaframma di “testa-pila” gettato in opera (figg. 5 e 6).

1.3.4 Fondazioni
Le fondazioni sono di tipologia tradizionale realizzate mediante plinti in calcestruzzo armato su pali trivellati gettati in opera di diametro tipico 1200 mm (fig. 7).

All'inerno del pdf, si può leggere l'articolo completo

Articolo letto: 5237 volte